Engagement and achievement of 15 year olds in PISA 2015 across EU member states

Le competenze non tradizionali come la perseveranza, lo sforzo e l’impegno sono sempre più riconosciute come importanti fattori predittivi del livello d’istruzione dei giovani e dei risultati futuri della loro vita. Lo scopo principale dello studio PISA2015-logfiles è quello di raccogliere solida evidenza empiriche che possa informare le politiche pubbliche volte a promuovere le competenze non cognitive e le prestazioni educative dei giovani nei paesi europei. L’analisi è effettuata utilizzando i dati del Programme for International Student Assessment (PISA) 2015. Nell’edizione 2015, i test PISA sono stati somministrati per la prima volta in formato computerizzato, offrendo alla comunità dei ricercatori un’opportunità senza precedenti di indagare le competenze non cognitive e le strategie di apprendimento dei singoli. Le informazioni prodotte al computer (file di log) forniscono nuove – e forse più affidabili – misure delle competenze non cognitive degli individui rispetto alle misure tradizionali basate sulle autovalutazioni. L’importanza dello studio non risiede solo nell’innovazione metodologica relativa al modo in cui vengono misurate le competenze non cognitive. Il principale contributo sostanziale dello studio è l’esame sistematico delle determinanti delle competenze non cognitive in tutti i paesi europei. Più precisamente, la rilevanza politica dello studio consiste nello stimare il ruolo svolto dai principali fattori di disuguaglianza nell’istruzione (ad esempio, contesto sociale, genere e migrazione) e nell’identificare i principali fattori relativi al livello scolastico e al sistema d’istruzione che favoriscono le competenze non cognitive nella popolazione giovane. PISA2015-logfiles è uno studio finanziato dalla Commissione europea – DG for Education and Culture (EAC) Directorate A – Policy Strategy and Evaluation Unit A4 – Evidence-based Policy and Evaluation.

Persone