Valutare l'introduzione di nuove tecnologie per apprendimento nella scuola secondaria di primo grado in Italia

Nel 2009 il Ministero italiano della Pubblica Istruzione (MIUR) ha finanziato il programma di Cl@ssi 2.0 con l’obiettivo di valutare l’impatto dell’introduzione di tecnologie per l’insegnamento (TIC) sull’apprendimento degli studenti della scuola secondaria di I grado. La sperimentazione introdotta dal progetto Cl@ssi 2.0 e finanziata dal MIUR, ha coinvolto 155 scuole del Paese, all’interno delle quali, è stata individuata una classe di studenti iscritti al primo anno a cui è stata assegnata la somma di 30.000 euro per l’acquisto di TIC da utilizzare nel corso del triennio. Ai fine di valutare l’impatto delle TIC sull’apprendimento degli studenti, in ognuna di queste scuole, il dirigente scolastico ha individuato una classe di confronto (c.d. di controllo) il più possibile simile alla classe designata a ricevere le TIC.
IRVAPP, su incarico della Fondazione Giovanni Agnelli e in collaborazione con la Fondazione Scuola della Compagnia di San Paolo e con il patrocinio MIUR, ha partecipato alla valutazione di impatto del progetto Cl@ssi 2.0. L’indagine valutativa si è proposta di dar conto degli effetti dell’introduzione di nuovi strumenti didattici fondati sulle TIC (es. lavagna elettronica) sull’apprendimento degli studenti all’interno della scuola secondaria di I grado italiana tramite un disegno controfattuale.
La raccolta dei dati necessari alla valutazione è stata avviata all’inizio del triennio della scuola secondaria di I grado e ha permesso di rilevare il livello di apprendimento iniziale degli studenti nelle classi sperimentali e in quelle di controllo prima che le classi sperimentali ricevessero le TIC. L’indagine di follow-up ha avuto luogo due anni e mezzo dopo la prima indagine, contestualmente all’esame di terza media. Nell’arco temporale considerato, i ricercatori IRVAPP hanno curato la stesura di una relazione intermedia che illustra le prime fasi della ricerca e le evidenze riscontrate, una cui rielaborazione è apparsa sulla rivista Ricercazione, e la stesura di un rapporto finale di valutazione che è stato consegnato alla Fondazione Agnelli, alla Fondazione per la Scuola e al MIUR.

Date: Dal 2009 al 2014

Persone