Contributi alle microimprese: valutazione degli effetti della legge provinciale 6/99

La Legge Provinciale 6/99, entrata in vigore il 1° gennaio 2001, ha riorganizzato in un quadro unitario i molteplici interventi di politica industriale che negli anni si erano stratificati all’interno della Provincia autonoma di Trento. La LP 6/99 racchiude quindi diverse forme di incentivi volte a stimolare il consolidamento e la crescita del sistema economico, valorizzandone le risorse locali e favorendo uno sviluppo locale ecosostenibile. Delle suddette agevolazioni, quelle a favore degli investimenti fissi (“relativi a terreni, fabbricati, impianti, macchinari, attrezzature, brevetti e infrastrutture”- articolo 3) rappresentano la forma di aiuti più richiesta. Poiché le micro-imprese rappresentano la maggioranza delle imprese italiane (sia a livello regionale che a livello nazionale), FBK-IRVAPP ha effettuato una valutazione d’impatto degli aiuti a favore degli investimenti fissi erogati nel 2009 e 2010 sulla propensione all’investimento, sulle assunzioni e sulle prestazioni economiche (fatturato, valore aggiunto e produttività del lavoro) delle micro-imprese. A tal fine sono stati utilizzati i dati raccolti nel 2013 nell’ambito del progetto “panel micro-imprese” sulla base dell’accordo attuativo <Incentivi> rientrante nel Protocollo di intesa per l’attuazione di ricerche statistiche azione sottoscritto con l’Istituto di Statistica della Provincia di Trento (ISPAT), nonché i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, dal database APIAE e dall’Archivio Statistico delle Imprese Attive (ASIA). I risultati hanno mostrato come gli incentivi erogati hanno contribuito ad aumentare, nel 2012, gli investimenti delle micro-imprese in pubblicità, marketing e formazione, investimenti complementari rispetto a quelli oggetto della LP in parola.

Date: Dal 2012 al 2015

Persone