I AM HERE Valutazione delle politiche educative | IRVAPP

You are here

Valutazione delle politiche educative

TEACHUP (TEACHer Upskilling Policy experimentation) è una sperimentazione finanziata dall'Unione Europea volta a testare l'efficacia di un intervento innovativo finalizzato a ridurre i tassi di abbandono nei corsi online rivolti ad insegnanti nonché ad aumentare le capacità degli insegnanti di pianificare e gestire in maniera autonoma la propria formazione online.

ICT@School è un gruppo di lavoro europeo coordinato da EUN-Schoolnet finalizzato a migliorare la qualità e la comparabilità tra paesi dei dati relativi alla disponibilità e all’uso delle ICT nelle scuole. Al progetto prendono parte 16 paesi europei.

Nell'era dell'informazione garantire equità nell’accesso e nell’uso delle risorse digitali e delle nuove tecnologie è diventato un obiettivo di primo piano nella maggior parte dei paesi industrializzati. Le competenze digitali sono una risorsa chiave per una piena e attiva partecipazione alla vita economica, sociale e civile.

Il progetto riguarda lo studio e la sperimentazione di innovazioni nel sistema scolastico e formativo volte a migliorare le transizioni scuola-lavoro in Trentino. Nello specifico, il progetto approfondisce lo “schema duale” tedesco e l’organizzazione dell’alternanza scuola lavoro mediante l’introduzione di esperienze di tirocinio e apprendistato.

FBK-IRVAPP, in collaborazione con ASVAPP (TO), con l’intervento finanziario dell’Ufficio Pio (UP) della Compagnia di S. Paolo (TO) e con il sostegno politico-amministrativo dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, ha vinto la call della Commissione UE, VP/2013/012, intitolata Progress. In particolare, IRVAPP e ASVAPP hanno proposto a UP, che ha accettato di porre a disposizione i fondi necessari, di condurre un esperimento avente come obiettivo la promozione degli accessi all’università da parte di giovani appartenenti a famiglie economicamente svantaggiate.

SCUOLINSIEME è un progetto finalizzato a verificare l’efficacia di un intervento innovativo  inteso ad innalzare gli apprendimenti degli studenti e a migliorare il clima scolastico. Il  progetto è realizzato in 50 scuole secondarie di primo grado collocate nelle regioni Liguria e Piemonte.

MENTEP (MENtoring Technology-Enhanced Pedagogy) è un progetto europeo finalizzato a sviluppare e testare uno strumento online per la autovalutazione delle competenze informatiche per l’insegnamento (Technology Enhanced Teaching, TET). La popolazione target è rappresentata dagli insegnanti della scuola secondaria di primo grado (ISCED level 2).  Il progetto viene attuato in 12 Paesi europei. All’interno di ciascun paese, un campione rappresentativo di circa 50 scuole e 1.000 insegnanti viene selezionato per la partecipazione al progetto.

Il progetto si concentra sugli effetti della riforma del sistema di reclutamento dei professori nelle università italiane. A partire dal 2009 (DM27/03/09), la costituzione delle commissioni giudicatrici è stata riformata, da allora i membri non vengono più scelti tramite elezione ma sono sorteggiati. L’obiettivo di tale riforma è di evitare possibili accordi ex-ante sul vincitore tra i componenti della commissione stessa.

L’obiettivo del progetto consiste nell’analizzare l’impatto di un programma disegnato dalla Provincia di Trento e co-finanziato dal Fondo Sociale Europeo volto ad incentivare la partecipazione a programmi di studio all’estero. Tale programma offre l’opportunità di studiare inglese in un paese anglofono agli studenti che hanno completato il quarto anno delle scuole secondarie superiori. Per incoraggiare un’ampia adesione sono coperte tutte le spese relative al viaggio, alloggio e partecipazione al corso di inglese di 4 settimane nel Regno Unito o in Irlanda.

Nel 2009 la Provincia autonoma di Trento ha varato un programma per incentivare l'iscrizione all'università di studenti meritevoli provenienti da famiglie a basso reddito. Il programma si basa su un sussidio monetario, erogato sotto forma di borsa di studio, che verrà fornito agli studenti che hanno ottenuto il diploma di maturità con un punteggio finale di almeno 93/100 e le cui famiglie hanno un reddito Icef al di sotto di una determinata soglia.

Pages